"DICONO DI ME’"



Note Critiche – Letterarie e riflessioni per il poeta, Armando Fusaro

GiornaliTestate giornalistiche

>>>>>>>>>>>>>>>>>><<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>><<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<>>>>>>>>>>>>><<<<

 

Giovanni Moschella
Il giornalista e poeta Giovanni Moschella e la cantante Sonia De Francesco

Poesia come “ paesaggio” dell’anima
La poesia di Armando Fusaro testimonia la positivistica esistenza della fede, della credenza religiosa, della forza della preghiera, del divino amore che concede all’uomo non solo la sofferenza e la morte, ma anche la vita, l’amore da donare e da ricevere, la possibilità di poetare, di scrivere, di convivere con una forte introspezione, capace di raccontare i paesaggi dell’anima, entro cui è possibile ritrovare l’essenza di una religiosità esente da fanatismi e da false manifestazioni esteriori. E nelle liriche di Armando Fusaro c’è tutta la sua cattolica personalità , pura e sincera. Una poesia che è nell’aria, attimo dopo attimo, la si percepisce, una poesia che segna il confine tra mondo esterno e spiritualità, una poesia che è realtà dell’uomo come sentimento e profondità di sensazioni. La sua poetica illumina il giorno nel momento più buio, manifesta tutta la sensibilità di Armando, operatore culturale impegnato anche nel sociale. Infatti di recente ha declamato sue poesie nei quartieri napoletani a rischio, con il maestro burattinaio Bruno Leone, ed è stato molto stimato dal missionario Alex Zanotelli per la poesia “Custruttore ‘e pace”. Ed ancora di notevole spessore è il suo impegno con Mario Russo, responsabile del gruppo di Casalnuovo della lega per i diritti degli handicappati, affinché quest’ultimi abbiano la possibilità di autodeterminarsi o la possibilità di vivere in famiglia, di costruirsi una propria vita e di non finire rinchiusi in un istituto. La religiosità si manifesta nella costante predilezione dei dettami di Cristo. Il linguaggio ravvivato vince tutte le false montature e convenzioni. E’ la verità, sempre nella sua straordinarietà, essenziale ed unica, che sfata tutte le menzogne. Davvero toccante è la poesia “Rondini d’estate” dedicata da Armando, ai bambini della Bielorussia. Il dialogo , sostenuto dall’arcobaleno della pace, ha sconfitto la guerra, illuminando di speranza tutta la Terra. I bambini “ simbolo di vita, ricchezza per le famiglie, futuro della nostra umanità” sono arrivati come “colomba bianca” per unire i popoli del mondo intero!
Giovanni Morchella

www.giovannimoschella.it

""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""

Maestro Rino Napolitano

Fratello nella fede e nell’arte Armando Fusaro ,uomo di grande spessore umano ed etico, fa della sua poesia un ricamo di emozioni che  sublimano in un magico caleidoscopio impreziosito dei colori, dei suoni, dei sapori che solo un animo sensibile ed attento sa scorgere tra le pieghe dell’essere quotidiano.

Armando, attraverso la sua testimonianza di uomo ed artista, è la  prova  tangibile di quanto ,nonostante tutto ,   la vita è bella. 

Con stima ed affetto tuo

Il Maestro Rino Napolitano

www.lazzariebriganti.it

""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""

Mario Russo


Russo Mario, responsabile: Lega per i diritti degli Handicappati, di Casalnuovo di Napoli, Responsabile, Coordinatore della Campania, Comitato Vita Indipendente, è promotore A.D.T.= Azione Disabili Trasversale. Contatti: e-mail. mario.russ@email.it

Dico del mio amico Armando Fusaro, che lui, oltre a farmi sentire il calore dell’amicizia vera, è la sostanza della  presenza viva della sua persona, che mi ha colpito nel profondo della mia sensibilità. La sua poesia mi ha fatto toccare le alte sfumature dell’essere umano, che solo gli artisti sanno esprimere.
Lui lo fa con disinvoltura e semplicità innata.
                                       
                                                     Con affetto e stima                                      
                                       Mario Russo


  

Maurizio Vitiello

Armando Fusaro cerca di confermare e configurare consistenza alle attese ed inserisce nei suoi versi certezze acute di soglie e di limiti, ma fa di tutto perché ci sia un varco, un respiro, un’apertura.
Il suo intendimento indugia, con severa discrezione, sull’esterno del mondo e mantiene un pudico contatto con il sentiero del limite, che non ravvede come soglia di preclusione.
Un sentimento di riappropriazione l’ha spinto a colmare con tensioni letterarie la pagina bianca ed, allora, perché non “leggere” i movimenti della società all’angolo della strada e gli eventi mondiali ...
Il nostro vivere, con i sussulti quotidiani, mai pacifici, può essere controllato ed esaminato grazie ad una profonda presa di coscienza, corroborata anche dalla disamina di ciò che si sedimenta.
Il “focus” dell’azione poetica di Armando Fusaro cala il suo interesse sulle odierne umane vicende tangendo una chiave più vicina ad un lirismo intimista.
La sua attuale poesia si presenta ancor più interessante e compatta, nonché accattivante.
Il senso della realtà domina gli scenari che il verso esperto di Fusaro minutamente costruisce.
Un forte sapore mediterraneo, saturo di sagaci visioni d'insieme, scenografie pulite da assillanti metropoli, macchie di scenari guadagnano uno spazio..
L’interesse alla vita di Fusaro conquista tessiture di panorami reali, ma anche immaginati e da queste tessiture emergono visioni sospese tra sogni ed emozioni.
Sentieri mediterranei, segnati da riattivate figurazioni, intervallate da luci ed ombre, intendono far vibrare memorie e il poeta dettaglia sequenze figurative, fantastiche e vitali, sotto l'impulso di una fresca vena.
In fondo, produce illustrate composizioni di tono garbato e l'immaginazione fertilissima combinata con serene ambientazioni rende singolari risultati.
Le sue poesie risucchiano cadenze visive di un iter mentale, che ripercorre note passate, nonché utili riferimenti e dati attuali, ed emerge la voglia di corroborare i testi con rime veloci e forti.
L’artista tende, inoltre, ad elaborare misure ed impronte, che possono esprimere rifrazioni e riflessi regolati dal cuore e dall’hinterland dell’anima e si leggono ritmi, variazioni e dinamicità.
Il pensiero di Armando Fusaro, oscillante tra poesia cosmica e poesia di naturalità, cadenza trasparenze e sostanzia atmosfere.
Ed, entrando con l’occhio nella rete compositiva, si coglie un preciso dettato di plurime combinazioni vibranti, focalizzato da dosaggi linguistici variegati.
In conclusione, Armando Fusaro ha un notevole interesse per la vita pulsante, che sapientemente trasferisce, con levità, nel suo rapido e quotidiano esercizio poetico.

Maurizio Vitiello Critico – D’arte Giornalista.

 

 

Tina piccolo
 
Poesia che sboccia come un fiore nel prato dell’anima e diffonde il suo profumo d’onestà e d’amore… Poesia che scorre come acqua di sorgente e disseta gli uomini inquieti, che fa volare il pensiero come un gabbiano nel cielo della libertà…
E’ poesia  quella di Armando Fusaro che con il suo sguardo sincero coglie anche le piccole cose, i particolari di scene e situazioni individuali e sociali.
Così ci racconta di se, del suo itinerario di fede e sofferenza, ma anche di speranza, di ammirazione per tutto ciò che è bello, che è vero, che è puro.
Il sentimento domina  ogni anelito della mente, ogni sospiro della vita, è  ossigeno dell’esistenza, è l’essenza di ogni momento vissuto e da vivere.
Così Armando Fusaro si ispira ai valori intramontabili, alla famiglia, alla bellezza, ai malesseri sociali alle battaglie per vincere ed abbattere gli ostacoli dell’ipocrisia, dell’ invidia, della falsità. Svela i suoi timori,la sua malattia, la sua forza, il suo coraggio nei versi limpidi e immediati. E’ un esempio per tantissime persone, per chi cerca nell’ancora della fede e dell’arte l’appiglio più sincero. Le sue poesie sono un inno che l’anima eleva al Creatore, al mondo intero, sono un messaggio che nessun tempo potrà mai annullare,che nessuna frontiera potrà mai fermare.
Così l’arte della parola incide i suoi fremiti su rocce di verità e d’amore.
                                                                                     Tina Piccolo
   Poetessa, Critico – Letterario Fond. Premio Internazionale Città di Pomigliano

 

 

Bruno Sica

Come competente Pianista – Musicista, attinente a tale professione; ho avuto vasto raggio di conoscere validissimi amici, di ogni livello Culturale ed Artistico, ed ho potuto valutare le caratteriali e grandi doti in loro possesso. Nella gamma di questi personaggi, tra cui non mi è mancato il caro ed encomiabile Artista Armando Fusaro, nonché Poeta e Scrittore, per le sue virtù di grandiosa fraternità, dovuta alle sue prestazioni di sensibilità, ho scoperto nelle sue espressioni poetiche valori umani e spirituali. Armando, con la sua versificazione ed il suo saper vivere,  offre a tutti noi, uno spaccato reale, di vita vissuta, al servizio del più debole.
                                                                                           
                                                                                                  Con affetto suo estimatore,
                                                                                                                Maestro ,  Bruno Sica
                                                                

 """"""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""

 

La poesia è qualcosa che và oltre le parole, se queste sono il parto dell’analisi introspettiva dell’anima di ciascun uomo.
Và ancora più oltre, quando l’analisi diventa, e si relaziona, osservazione di tutto ciò che è intorno all’ essere, per modo che si fà natura, sentimenti, umori, fede e quanto altro ruota intorno ad ogni esistenza, facendosi condizione per ogni agire, per ogni slancio.
E’ questo quello che, nell’immediato, ho avvertito dell’azione poetica ed intellettuale del poeta Armando Fusaro, leggendo i suoi versi nel libro de “ll’isola ‘e ll’ammore”
                                                                                      Con gratitudine
                                                                                    Avv. Gaetano Maisto

 """""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""

  
E’ difficile stabilire se nelle liriche del poeta Armando Fusaro prevalga l’uomo o  l’artista, certo esse rivelano un marcato impegno civile; fanno riferimento  al sentimento, al potere dell’immaginazione, dilatano la dimensione della parola e coniugano con un discorso unitario vita  e scrittura, come un unico respiro.
Dietro la sua storia artistica si propone fortemente quella personale, che lacera la finzione e viene allo scoperto, confidando nella forza del messaggio.
L’autore lascia trasparire qualche esperienza bruciante, ma in maniera molto serena. Conscio della natura simbolica dell’arte, demanda il senso dei suoi versi, che è anche il  senso generale della vita e della società. In lingua o in vernacolo è così elegante nell’animo da captare e coniugare con estrema naturalezza l’ umano e il divino.
La bellezza che è destinata a rovesciare il mondo è in lui l’apertura sincera verso l’altro, che attende come noi un segno di condivisione, in uno spazio che vige l’amore per la verità, la voglia di conservare le cose buone, di cambiare quelle meno buone,di lottare per chi ne ha più bisogno difendersi.
I suoi versi ci raccontano  la storia di un uomo che si guarda intorno con gli occhi di chi vuole ancora scoprire, di chi vuole dare appagamento alla sua immensa sete d’amore.
Prof.ssa Emilia Guadagni – Docente di letteratura italiana, Formatrice IRRSSAE.

""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""

 

La poesia di Armando Fusaro è degna di nota è ricca di espressività, si lascia ascoltare con piacere. Lo scrittore è autentico , trasparente le sue liriche sono significative e armoniche, - In vernacolo vede la Napoli nel tempo che passa inesorabile, attraverso, uomini, luoghi, cose. Evidenzia messaggi vecchi e nuovi pieni di contenuti, dove prevale la fede, l’onesta, l’amore, espresso in modo chiaro e diretto. Le sue poesie sono originali mette in risalto i minimi dettagli che si protendono verso confini di luce, ed albergano nel più profondo del cuore. Lo scopriamo oggi ma è nato poeta, il suo pensiero è esempio di qualità, dove i valori della vita sono avvolgenti. Anche la lirica in lingua è piena di spiritualità. Esprime il tutto accompagnandolo con una gestualità altrettante poetica gentile, delicato, vero.
Apprezzato il modo di declamare le sue stesse poesie, è davvero commovente. Sa aderire  alle iniziative culturali con impegno e attenzione. Molti riconoscimenti nazionali, gli sono stati assegnati. Si può dire che entra a pieno titolo nella storia dei poeti contemporanei. Un augurio per un cammino lungo con tante soddisfazioni, per tutto ciò che esprime con vera passione.
Pina Magro Prof.ssa Critico Letterario- (Pittrice)

""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""

Gennaro Battiloro-Tina Piccolo 
Il regista Gennaro Battiloro, con la Poetessa
Tina Piccolo

Dal primo momento che Ho conosciuto Il poeta Armando Fusaro, ho notato in lui una, sensibilità e una nobiltà d’animo non comuni, sia nella liricità dei suoi versi che nel suo vivere quotidiano. Sa donare la sua sincera amicizia senza riserve.
Colpisce la disponibilità e il suo impegno nel sociale, la sua poesia ha valori umani e spirituali.
                                                                        Con amicizia fraterna
                                                                         Gennaro Battiloro

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>><<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>><<<<<<<<<<<<<>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>><<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>><<<<<<<<<<<<<<<<<<>>>>>>>>>>>>>>>>><<<<

Caro Armando,

ho letto i tuoi scritti con molto piacere.Avevo già intravisto in te, dai nostri piccoli colloqui telefonici, profonde doti di sensibilità e umanità. La lettura del tuo libro è stata una conferma alle mie prime impressioni. Sono rimasta affascinata dalle tue poesie in dialetto napoletano che ho “tradotto” con felice volontà: ci mostrano la gente che ci cammina attorno con le sue gioie, i suoi problemi quotidiani Come in uno schermo ho visto la vivace bellezza di Napoli e dei napoletani. Non mi sono meravigliata di “tradurre” le tue poesie! A cinque anni avevo un amico grande di nome Franco Porcù con il quale cantavo le canzoni napoletane più famose: Lazzarella, Guaglione, O sole mio. Forse, proprio questo mio amico napoletano, che chiamavo “Zio Franco”, mi ha insegnato ad amare la poesia e le canzoni. Lo sai che scrivo testi per canzoni e sono iscritta alla Siae? Strana cosa è la vita! Ecco che la poesia mi porta a ricordare l’inizio della mia strada di poetessa...Il desiderio, incrollabile, ci riconduce laddove ha
visto la sua nascita. Nella tua bella poesia “O pueta” tu affermi una verità: la poesia è come la chiave che apre la porta
entrando in empatia con i personaggi che descrivi, analizzando i cambiamenti della nostra società, cercando di metterci davanti agli errori e agli orrori del nostro vecchio mondo. Sono rimasta molto colpita dalla tua poesia:”Una mamma senza core” che rispecchia una terribile realtà a cui, purtroppo, assistiamo  molto spesso. Tu hai ben compreso come stanno le cose nel frettoloso, indifferente, futile, modo di essere che ci giunge attraverso i messaggi dei mass media. Fai bene a denunciare, per mezzo della poesia, tante devastanti nefandezze del nostro tempo! Tu, comunque, da bravo napoletano, sai condire di umorismo ed efficace ironia la critica che ci perviene dai tuoi testi. Ogni tua poesia è particolare e riesce a comunicare qualcosa d’importante anche se la mia preferita è “L’angelo d’a casa a mamma”.
In questa lirica riesco a vedere veramente il tuo cuore generoso e aperto.Ti auguro di restare come sei: semplice e spontaneo,
ricco di fede in Dio e nella vita che tu ami tanto proprio perchè, dopo l’intervento che hai subito, hai imparato a godere di sensazioni che, prima, forse, ti lasciavi sfuggire.
Tanti cari saluti

La Poetessa Flora Gelli

>>>>>>>>>>>>><<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>><<<<<<<<<<<<<<<<>>>>>>>>>>>>>>>>>>>><<<<>>>>>>><<<<<<>>>>>>>>>>>>>>>><<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<>>>>><<<<<<<<<<<>>>>>>><<<<<<>><<>>><><><<>><<<<<<<<<<>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>><<

 

Prof.e Poeta Vincenzo Falsetti

Professore e' poeta, Vincenzo Falsetti.

Ho conosciuto Armando Fusaro al premio Gilda Mignonet. Ebbi subiti la percezione che si trattasse di personaggio ricco di sentimenti nobili e bramoso di arricchire le proprie conoscenze. Non sapevo che fosse un poeta,(e che poeta!); lo scoprii più avanti e ne fui sorpreso per la genuinità, la purezza del pensiero e,pregio raro nei dispensatori di emozioni,la modestia.
Conobbi Tina Piccolo,grazie a lui, grandissima poetessa,e donna,e madre
straordinaria.

Armando è un poeta lirico di assoluto valore perché non crea situazioni,non fabbrica progetti,non inventa occasioni,ma trascrive i dettami dell’anima.

Detto questo, voglio significare la genuinità del personaggio!

Sono onorato di essergli amico e fiero che anche lui, tale, mi consideri.

Napoli Febbraio 2008.

Sinceramente. Vincenzo Falsetti

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>><<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>><<<<<<<<<<<<<>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>><<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>><<<<<<<<<<<<<<<<<<>>>>>>>>>>>>>>>>><<<<

 

Ad Armando Fusaro
 

Avvolte ci sono delle persone nascoste con un gran sapere, che la vita ci offre nel suo cammino , ma non sempre noi riusciamo a cogliere quell'occasione di contemplarle. Io per fortuna ho saputo fermare l'occasione che mi si e presentata quella di conoscere una persona umile e piena di vita verso se stesso e verso gli'altri, che con le sue poesie riempe di sentimento, menti e cuori di chi legge i suoi versi.

Con stima ed affetto

Agostino Napolitano